ArcheoFOSS 2014 – Programma – Conference Programme

ArcheoFOSS 2014 versione scaricabile – clicca qui

Giovedì 19 giugno – Thursday 19 June

Aula 1.1

8.45 – 9.30 Registrazione partecipanti
9.30 – 10.00 Prof. G. Romagnani, Prof.ssa P. Basso (Dip. TeSIS) Saluto ufficiale, apertura del workshop.
10.00 – 10.30 R. Davoli (Università di Bologna) Liberté, égalité, fraternité: la rivoluzione della conoscenza libera.
10.30 – 11.00 A. Furieri (sviluppatore SpatiaLite), P. Grossi (Dip. TeSIS) Codice, dati e servizi web: quali licenze adottare e perché.
11.00 – 11.30 Pausa caffè

Dalle ore 11.30 alle ore 17.45: sessioni in contemporanea in Aula 1.1 e Laboratorio T.9

Aula 1.1

Casi di studio – Applicazioni GIS (moderatore A. Furieri)
11.30 – 11.45 C. Alfonso (Università del Salento), G. Di Giacomo (CNR-IBAM Lecce) Quantum GIS for the monitoring and knowledge of the Environmental and Archaeological Heritage of the Marine Protected Area of Porto Cesareo (Lecce, Italy).
11.45 – 12.00 D. Bursich (University IULM of Milan), G. Di Giacomo (CNR-IBAM Lecce), L. Peyronel (University IULM of Milan) QuantumGIS for the Management of Data from the Intensive Survey 2013 at Tell Helawa in the Erbil Area, Kurdistan, Iraq.
Casi di studio – Esempi di migrazione (moderatore A. Furieri)
12.00 – 12.15 F.G. Cavallero (Università La Sapienza, Roma), G. De Rosa (Università di Cassino) Il Sistema informativo territoriale di Roma Antica: una migrazione verso i sistemi open source.
12.15 – 12.30 L. Michielin, G. Strapazzon (Università degli Studi di Padova) Il caso del sito delle Bestie Ferite (Aquileia). Dai sistemi proprietari non comunicanti ad un sistema integrato di gestione dei dati delle campagne di indagine.
Progetti in fieri e tesi di laurea (moderatore A. Palombini)
12.30 – 13.00 D. Rose (Università La Sapienza, Roma), E. Ceccaroni (Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo) L’acquedotto romano di Alba Fucens (AQ). Un GIS per il processo di ricerca, tutela e valorizzazione del sito.
S.L. Ferreri (Università “G. D’Annunzio” di Chieti) Fotointerpretazioni archeologiche su dati cartografici Web-based in ambiente QGIS: alcune applicazioni nel territorio aquilano ‘vestino’.
A. Innocenti (Università La Sapienza, Roma) La digitalizzazione dei documenti, i database ed il GIS nell’ambito della ricerca topografica: l’esempio dei possessi dell’abbazia di Farfa (RI) tra VIII e IX secolo.
R. Lunardon (architetto) Agro Rebel. Maronistica in Transizione 2013-2025.
13.00 – 13.30 Discussione
13.30 – 14.30 Pausa pranzo
Tecnologie per la fruizione e la comunicazione (moderatore A. Palombini)
14.30 – 14.45 N. Pisu (Ufficio Beni archeologici della Provincia Autonoma di Trento), A. Bezzi, L. Bezzi, C. Moraes (Arc-Team) Torre dei Sicconi: progetto di ricostruzione e valorizzazione di un antico sito castellare trentino.
14.45 – 15.00 A. Bezzi, L. Bezzi, C. Moraes (Arc-Team), N. Carrara (Museo di Antropologia di Padova), T. Pievani (Università degli Studi di Padova), M. Tiziani (Antrocom) Facce. I molti volti della storia umana. Una mostra open source.
15.00 – 15.15 A. Licheri (architetto) Prospettive sull’utilizzo del Building Information Modelling (BIM) in archeologia.
15.15 – 15.30 M. Forlani, C. Rufa (E.V.O.C.A. s.r.l.), A. Palombini, E. Pietroni, E. Demetrescu (CNR-ITABC) Making movies: nuove frontiere per la comunicazione audiovisiva del passato.
15.30 – 15.45 M. Lorenzini (archeologo) Le API di Europeana come esempio di integrazione e rappresentazione delle risorse culturali.
15.45 – 16.00 E. Cocca (Università L’Orientale, Napoli), L. Mandolesi (adArte) Analisi statistiche e geostatistiche con pyarchinit: prima sperimentazione.
16.00 – 16.15 A. Cecchetti, F. Lamonaca (Progetto SITAR della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma) L’integrazione tra i sistemi informativi archeologici e le knowledge base: l’esperienza di SITAR.
16.45 – 17.00 Discussione
 Barcamp: comunicazione e riuso dei dati (moderatore A.M. Marras)
17.00 – 17.30 M. Lo Blundo (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana), G. de Felice (Università degli Studi di Foggia), A.M. Marras (archeological consultant) L’archeologia in 140 caratteri.
                                                                       (Moderatore V.Boi)
17.30 – 18.30 V. Boi (Università degli Studi di Sassari), A.M. Marras (archaeological consultant), C. Santagati (Università degli Studi di Catania) Riuso dei dati in archeologia. Un anno dopo.
Laboratorio T.9 – Tutorial – Programming session
11.30 – 12.15 A. Bezzi, L. Bezzi (Arc-Team) ArcheOS: una distribuzione GNU/Linux live per l’archeologia.
12.15 – 12.45 A. Bezzi, L. Bezzi (Arc-Team) Python Photogrammetry Toolbox: Structure from Motion (SfM) and Image-Based Modelling (IBM) nella documentazione archeologica tridimensionale.
12.45 – 13.30 D. Francisci (independent researcher) Per un uso consapevole del software in archeologia. Sviluppo di un metodo di classificazione geometrica per la simbologia graduata di QGIS.
13.30 – 14.30 Pausa pranzo
14.30 – 16.00 A. Furieri (sviluppatore SpatiaLite) L’abc degli Spatial DBMS per aspiranti archeologi.
16.00 – 16.30 Pausa caffè
16.30 – 18.30 A. Bezzi, L. Bezzi (Arc-Team), V. Grazioli (Studio Sestante), D. Francisci (independent researcher Rilievo nello scavo archeologico: metodologie a confronto.

Aula 1.1

18.30 – 19.00                 Chiusura prima giornata in Aula 1.1

Venerdì 20 giugno – Friday 20 June

Aula 1.1

8.45 – 9.15 Registrazione partecipanti
9.15 – 9.30 Prof. P. Basso (Dip.TeSIS), A. Belussi (Dip. di Informatica) Saluto ufficiale, apertura del workshop.
Normative, catalogazione e valorizzazione (moderatore Mirella Serlorenzi)
9.30 – 9.50 M.L. Mancinelli, A. Negri (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, MiBACT) Verso gli open data: l’ICCD e gli standard nazionali. Alcune riflessioni per un quadro metodologico condiviso.
9.50 – 10.10 M. Ciurcina (avvocato, Politecnico di Torino) Beni culturali open e diritto.
10.10 – 10.30 M.L. Gualandi, G. Gattiglia, F. Anichini (Università di Pisa, progetto Mappa) C’è chi dice sì. Linee di sviluppo degli open data archeologici italiani.
10.30 – 11.00 Discussione: A che punto siamo con gli Open data in archeologia?
11.00 – 11.30 Pausa caffè
Tutela, conservazione e divulgazione – SIT e carte archeologiche
11.30 – 11.45 M. Frassine (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia), G. Naponiello (Arc-Team), S. De Francesco (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia), A. Asta (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto) RAPTOR 1.5: aggiornamenti e sperimentazione.
11.45 – 12.00 M. Serlorenzi, A. De Tommasi (Soprintendenza per i Beni Archeologici di Roma) Il progetto SITAR.
12.00 – 12.15 B. Bruno, G. Cavalieri Manasse (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto), P. Basso, A. Belussi, P. Grossi, S. Migliorini (Università degli Studi di Verona) Progetto SITAVR. l racconto di un esempio di riuso e di collaborazione virtuosa in ambito PA.
12.15 – 12.45 V. Tiné, G. Gambacurta, S. Bisaglia (Soprintendenza per i beni archeologici del Veneto) Verso il Piano Paesaggistico Regionale del Veneto: le zone archeologiche ex art. 142,m del Codice BCP.
12.30 – 13.30 Spazio di riflessione condiviso. Modera: G. Brogiolo (Università degli Studi di Padova). Intervengono: V. Tinè (Soprintendente per i Beni Archeologici del Veneto), relatori e pubblico Tavola rotonda:SIT e open data archeologici: lavori in corso e problemi aperti.
13.30 – 14.30 Pausa pranzo
Tutela, conservazione e divulgazione – Digital library (moderatore A. Belussi)
14.30 – 14.45 A. Caravale (CNR, ISMA) I bronzi del Museo Claudio Faina di Orvieto: una banca-dati.
14.45 – 15.00 J. Bogdani (archeologo), E. Vecchietti (archeologa) Un archivio digitale multidisciplinare per la gestione e la conservazione di un patrimonio culturale a rischio: il progetto Ghazni (Afghanistan).
15.00 – 15.15 M.S. Busana, I. Carpanese, N. Orio (Università degli Studi di Padova) La ricerca a portata di click. Database relazionali e siti web: “contenitori” e “visualizzatori” per i dati archeologici.
15.15 – 15.30 Discussione
Tutela, conservazione e divulgazione – WebGIS (moderatore S. Migliorini)
15.30 – 15.45 F. Brunet, A. Cosner (Cooperativa di ricerca TeSto) WebGIS interdisciplinari e questioni di metodo: il progetto “Le fonti per la storia”.
15.45 – 16.00 D. Malfitana, G. Cacciaguerra, A. Mazzaglia, V. Noti, G. Leucci, L. De Giorgi, F. Gabellone, G. Fragalà; S. Barone OPEN-CT Project: Web-GIS and Open Data for Urban Archaeology and Cultural Heritage.
16.00 – 16.15 V. Vassallo, N. Kyriakou, S. Hermon (Science and Tecnology in Archaeology Research Center of the Cyprus Institute), I. Eliades (Byzantine Museum of the Archbishop Makarios III Foundation) Uno strumento WebGIS per lo studio ed analisi dei percorsi spazio-temporali del patrimonio culturale di Cipro.
16.15 – 16.30 Discussione
16.30 – 17.00 Pausa caffè
Tutela, conservazione e divulgazione – WebGIS (moderatore Luca Bezzi)
17.00 – 17.15 G. Andreozzi (Linea Comune S.p.A.), G.C. Cianferoni (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana), C. Francini (Comune di Firenze), A. Sahlin (analista dati), E. Scampoli (archeologo) ArcheoFi (archeologia.comune.fi.it): un sistema informativo per la gestione e la condivisione dei principali dati archeologici di Firenze.
17.15 – 17.30 V. Fronza (Università degli Studi di Siena) Openarcheo2. I perché di un knowledge-base.
17.30 – 17.45 G. Di Giacomo (CNR-IBAM Lecce) Sperimentazione di un sistema Gis cloud open source per la condivisione e la valorizzazione del patrimonio archeologico.
17.45 – 18.00 Discussione
18.00 – 18.30 Riflessioni su Archeofoss 2014, proposte per Archeofoss 2015.

2 pensieri riguardo “ArcheoFOSS 2014 – Programma – Conference Programme”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *